Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Prima sconfitta tra le mura amiche del Pala Foccià per l’Under 16 Eccellenza nel recupero della quarta giornata di ritorno contro la Ponte Vecchio di coach Bigi. Gara tesa, intensa ed emozionante, che ha visto prevalere di un soffio i ponteggiani dopo 40 minuti di battaglia vera.

CRONACA. Erano gli ospiti a partire meglio, grazie alla grande intensità offensiva, aiutata dalla difesa “morbida” dei Grifoni; la Ponte Vecchio si portava subito sul +6,  con le incursioni di De Pretis, vera spina nel fianco per la difesa perugina (8 punti per lui nel primo parziale). In attacco i biancorossi faticavano a trovare la via del canestro costringendo così la panchina perugina al primo time-out.

Riorganizzate le idee, con l’ingresso in campo di Versiglioni e, poi, di Paoletti, le cose cambiavano: Rossi prendeva il comando delle operazioni nella metà campo offensiva (9 punti nei primi 10 minuti, con due triple) e, anche se la manovra non sempre era lineare, i ragazzi di Vispa e Lupattelli prendevano fiducia al tiro: Minieri e Paoletti colpivano dall’arco, Versiglioni piazzava un paio di scorribande delle sue e i perugini mettevano il naso avanti.

 

 

I ponteggiani reagivano con Tenaglia (7 punti nei primi 10 minuti) e Taccucci, così alla prima sirena il tabellone segnava 22-21 per i padroni di casa.

Nel secondo quarto i perugini cercavano lo strappo. L’ingresso di Taborgna e Crocchioni dava profondità e corsa costringendo la difesa ospite al fallo. Con Tenaglia gravato dai falli, erano Di Battista, Curti e Ciancabilla a rendersi pericolosi per gli ospiti, ma i Grifoni tenevano botta alla grande in difesa.

Il grosso dispendio di energie per contrastare la fisicità degli ospiti provocava, però, tanti errori in fase di realizzazione, per cui la partita andava avanti sui binari dell’equilibrio. Erano prima Minieri, poi Burini e Versiglioni ad incrementare il computo dei punti segnati, ma il parziale della seconda frazione era misero: 12-12. Perugia andava al riposo sopra di 1 (34-33).

Al rientro dalla pausa lunga l’impianto di gioco dei Grifoni si inceppava. Attacchi affrettati, forzature senza senso e difesa sbilanciata nel cercare di recuperare il prima possibile, regalavano l’inerzia del match ai ponteggiani che, puntualmente, chiudevano gli spazi nel pitturato e in attacco punivano gli errori dei perugini con le iniziative di De Pretis ed un ottimo Curti. Una tripla di Di Battista portava la Ponte Vecchio sul +14 (36-50, con un parziale favorevole ai ragazzi di Bigi di 2-17) e la gara sembrava già arrivata al suo epilogo, ma i giovani Grifoni non ci stavano.

 

La difesa biancorossa, guidata da Cenerini e Taborgna, ritornava ad essere efficace, con Lucarini sempre presente a rimbalzo, e permetteva di recuperare vari palloni. Pur faticando ancora molto in attacco, Cenerini e Taborgna trovavano 2 canestri che mandavano le squadre all’ultimo mini-riposo sul 40-50.

L’inizio dell’ultimo quarto sembrava decisivo per l’esito del match: Taccucci, glaciale, metteva subito due piazzati e Curti arrotondava dalla lunetta, per il 40-55 Ponte Vecchio. A questo punto la difesa perugina reagiva in maniera veemente, diventando un bunker inespugnabile, Minieri, ancora non al meglio dopo l’infortunio occorsogli a Jesi, ritrovava la via del canestro, Rossi dava ordine alla manovra biancorossa contro la zona ospite e, in più, si guadagnava diverse gite in lunetta. Lucarini trasformava in canestri due scarichi in post basso e così, un passo alla volta, i ragazzi del duo Vispa-Lupattelli si riavvicinavano nel punteggio fino al 51-55, riaprendo la gara.

 

Ancora una volta, però, le tante occasioni sprecate in attacco e la scarsa precisione dalla lunetta (8/15 alla fine), nonostante i tanti palloni recuperati nella metà campo difensiva, permettevano agli ospiti di mantenere la testa avanti. Così, dopo altre due occasioni sprecate per avvicinarsi ulteriormente, Bindocci metteva una tripla fondamentale per i suoi, portandoli sul +7 (51-58), che era un colpo durissimo per il morale dei Grifoni. Nonostante tutto, i biancorossi non si davano per vinti e tornavano sul -3 con una splendida penetrazione di Taborgna e due tiri liberi. De Pretis, con l’1/2 dalla lunetta a 10 secondi dalla fine, chiudeva i giochi e a nulla valeva il canestri di Cenerini sulla sirena: la partita si chiudeva sul 57-59 per gli ospiti.

Derby carico di tensione quello giocato dai Grifoni, le tante ingenuità hanno vanificato lo sforzo profuso nell’arco della gara. Errori banali e attacchi troppo spesso scollegati si sono infranti contro la prestanza fisica degli ospiti. Nonostante questo i giovani di Vispa e Lupattelli hanno saputo offrire una buonissima prova per almeno 26 minuti, lottando come leoni e reagendo nelle difficoltà. Spiragli di miglioramento, ma ancora tanto, tanto da lavorare.

Prossimo appuntamento Domenica 4 Marzo al PalaFoccià contro la Pallacanestro Giromondo Spoleto. Palla a due alle ore 11.30.

PERUGIA BASKET – PONTE VECCHIO 57- 59  (22-21; 12-12; 6-17; 17-9)

Arbitri: Diletta Bandinelli, Luca Ricci.

PERUGIA BASKET: Passeri, Paoletti 3, Burini 4, Minieri 12, Cenerini 5, Crocchioni, Taborgna 4, Rossi 13, Giometti, Versiglioni 8, Lucarini 8, Caneponi n.e. All. Vispa, Ass. Lupattelli, Rakauskaite.

PONTE VECCHIO: Moretti, Tenaglia 10, Ciancabilla 4, Taccucci 10, Di Battista 7, Perego, Marzocchi, Gatti, Bindocci 3, Curti 9, De Pretis 16, Corbucci. All. Bigi, Ass. Bertoncello, Casuscelli.

 

WORK HARD PLAY HARD

Stay Tuned!!