Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Mercoledì 10 Ottobre 2018 - il direttore racconta - Non ci sono ancora commenti

A volte  ritornano .

Uno dei protagonisti degli anni d’oro 2007-2011 del Perugia Basket, con le 2 promozioni consecutive dalla C alla A Dilettanti e le 2 semifinali per la promozione in A2, torna a collaborare con la nostra Società.

Il suo innovativo metodo di lavoro, la sua capacità di coinvolgimento, il rigoroso rispetto dei programmi sia nel breve che nel medio termine, unito ad un’indubbia conoscenza del gioco, hanno costituito anche per coach di alto livello come Buscaglia e Paolini un valido contributo che ci ha consentito di raggiungere i citati risultati.

 

Lorenzo, ora, dopo un lungo corteggiamento, ci ha dato la disponibilità per tornare in palestra per cercare di far crescere fisicamente e come mentalità sia i ragazzi del nostro settore giovanile che i nostri giovani preparatori fisico-atletici.

La nostra volontà è quella di ricreare anche con la presenza e mentalità di Lorenzo quel clima positivo e concreto che consenta ai nostri ragazzi di emulare il gruppo storico (Bonamente, Chiatti, Marsili, Alunni, Fiorucci, Fanini) che conquistò la promozione in serie A Dilettanti.

Concludo con un aneddoto che riguarda Lorenzo.

Il primo anno di A Dilettanti Marco Pazzi si presentò parecchio sovrappeso, Caroldi e Raschi erano abbastanza scettici all’inizio sulla nuova metodologia e, soprattutto, sulla meticolosità della preparazione. Bene, al ritorno dalla vittoria a Trapani in gara 2 dei playoff, Mattia Caroldi mi si avvicinò e mi disse che dovevo "blindare" Lorenzo perché lavorare con lui per i giocatori voleva dire allungare la carriera di 4/5 anni.

Bentornato Lorenzo.