Sabato 31 Ottobre 2020 - COVID-19 - Non ci sono ancora commenti

Abbiamo preferito non pubblicare lo stillicidio di interpretazioni, commenti, risoluzioni che hanno seguito l’entrata in vigore del DPCM del 25 ottobre, perché saremmo stati soltanto una delle tante, tantissime, forse troppe voci che si sono susseguite in questa settimana su tutti i social-media; voci che dicevano tutto ed il contrario di tutto, chi invocando il mantenimento in essere dell’attività sportiva, chi ipotizzando chiusure parziali e chi più ne aveva più ne metteva. Se ci fossimo uniti al coro, nulla di nuovo avremmo aggiunto a tutto quello che veniva giornalmente “dato in pasto” all’opinione pubblica.

Abbiamo però sperato, desiderato, pregato che i tanto agognati chiarimenti definitivi dell’ultimo DPCM ci permettessero di continuare a svolgere l’attività, ancorché in maniera individuale, così da portare avanti il cammino di sviluppo dei nostri ragazzi e dei bambini del minibasket, che dal 31 agosto scorso abbiamo sempre accolto in palestra adempiendo a tutti i protocolli di volta in volta proposti ed aggiornati e facendoli allenare e divertire in assoluta sicurezza.

La risoluzione del Ministero dell’Interno (circolare inviata ai prefetti che sospende anche l’attività individuale dal 26 ottobre al 24 novembre) e, soprattutto, la nota della FIP del 29 ottobre, che recita testualmente: «A seguito dell’emanazione del DPCM del 24 ottobre, e considerate le diverse interpretazioni che ne sono state fatte, la Federazione Italiana Pallacanestro precisa quanto segue. … La situazione sanitaria del Paese, a seguito della pandemia da COVID-19, sta assurgendo a livelli di massima attenzione, non solo nel comparto sportivo, ma a tutti i livelli della società. La norma, per come espressa, può lasciare spazio ad una interpretazione “letterale”, tale da indurre ad iniziative estensive della stessa, ma il senso civico e la ferma volontà di proteggere la salute di tutti i propri tesserati, delle loro famiglie e dei loro cari in generale, hanno condotto la FIP ad interpretare il DPCM dello scorso 24 ottobre solo ed esclusivamente nello spirito con cui è stato emanato e quindi optare per la sospensione di tutta l’attività regionale, giovanile e minibasket fino al prossimo 24 novembre.», ci hanno costretto, nel pieno rispetto delle regole, a sospendere nuovamente ogni forma di attività fino al 24 novembre. Questa nuova sospensione, dopo la dolorosa chiusura dello scorso mese di marzo, è un duro colpo per la società, per i nostri allenatori ed istruttori, ma soprattutto per gli atleti ed i mini-atleti, che fanno della pallacanestro la loro più grande passione, e che con sacrifici e tanto senso di responsabilità stavano continuando il loro percorso di crescita cestistica e sociale.

Come già abbiamo detto in una precedente nota, è proprio questo l’aspetto a cui teniamo di più, la crescita umana e morale dei ragazzi, ed in questo periodo difficilissimo e di grandi incertezze (in Umbria anche le scuole medie inferiori e superiori sono diventate off limits) abbiamo il compito di non lasciarli soli, di essere una “spalla amica” su cui possono appoggiarsi per trovare conforto, ovviamente insieme alle famiglie di ognuno di loro.

D’altronde è la pallacanestro ad insegnarcelo: il gioco sta andando alla grande, ci stiamo divertendo e stiamo facendo canestro fino a che non incontriamo un imprevisto che ci fa perdere la bussola. A questo punto abbiamo due possibilità, o cedere all’improvvisa avversità e poi crollare, oppure reagire ed affrontarla tutti insieme. Noi abbiamo scelto la seconda opzione, perché è proprio questo che vogliamo insegnare ai ragazzi: reagire sempre, non darsi mai per vinti.

Non sappiamo quanto durerà questa sospensione, speriamo che il termine del 24 Novembre sia effettivamente rispettato, e sappiamo che questo dipenderà anche da quanto tutti noi rispetteremo le regole che ci hanno dato, ma finché non riusciremo a tornare in palestra vogliamo comunque essere presenti nella quotidianità dei nostri bambini e ragazzi. Organizzeremo, perciò, una serie di incontri sulla piattaforma Zoom con tutte le nostre squadre, di tutte le età. Gli incontri potranno spaziare da sedute di allenamento tecnico/fisico a veri e propri momenti ludici e divertenti, in cui riuscire a dare spazio alle impressioni ed alle sensazioni dei ragazzi. Per i minicestisti, inoltre, abbiamo pensato di organizzare una serie di sfide tra i bambini, che abbiamo chiamato “PERUGIA BASKET vs. coronavirus – THE CONTEST”.

Seguiteci sulle nostre pagine facebook ed instagram!

Siamo convinti che uniti si possano fare tante cose: noi insieme ai nostri ragazzi vogliamo andare avanti!