Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Venerdì 24 Gennaio 2020 - Serie C - Non ci sono ancora commenti

Il ricordo derivante da quanto successo all’andata. Il buon momento di forma. La consapevolezza che, domani sera al Foccià (ore 20:45), ci si troverà di fronte un avversario certamente competitivo ma “scosso” da quanto successo in settimana. Contro Vasto, a secco di vittorie da 4 gare consecutive, il Grifo va a caccia del primo successo stagionale. Avviso ai naviganti, però. Non sarà una partita semplice. Tutt’altro. Il perché lo spiega coach Monacelli: “Incontriamo una squadra in difficoltà e che ha appena cambiato il coach (Del Vecchio è subentrato ad Ambrico) dopo il ko casalingo contro Falconara. Forse in una piazza così si aspettavano altri risultati. La squadra, in ogni caso, è certamente di livello. Oluic è il miglior realizzatore del campionato. Lovatti è un playmaker forte ed esperto che vanta esperienze in categorie superiori. Al di là di quanto accaduto in seno alla guida tecnica, è una formazione di valore”. Della quale, il coach del Grifo teme una prevedibile reazione: “Bisogna vedere come reagirà. L’approccio alla partita sarà molto importante. Da parte nostra lo sarà per alimentare le nostre certezze. Giochiamo in casa ed è chiaro che il fattore campo possa incidere. Inoltre, sarà importante far tesoro di quanto di buono si è fatto nella gara di andata nonostante avessimo molte defezioni. Dovremo provare a ripeterci sperando che la loro rabbia agonistica non sia troppo elevata”. A poche ore dalla palla a due, nel Grifo c’è ancora qualche piccolo dubbio. “Dovremo valutare le condizioni di Trevisan - precisa Monacelli -. Ha rimediato una piccola botta al polso nel derby di domenica contro la Valdiceppo ma dovrebbe esserci. Dovrebbe rientrare anche Gomez”.