Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Venerdì 25 Ottobre 2019 - Serie C - Non ci sono ancora commenti

Una partita difficile non è sinonimo di una gara impossibile da vincere. Anzi. Al netto, però, di quanto succederà domani contro un avversario più che competitivo, coach Monacelli si aspetta conferme dai suoi. Crede che i suoi ragazzi possano ulteriormente salire di livello in una serata dall’alto grado di difficoltà ma per questo estremamente stimolante. “Domani mi piacerebbe rivedere per tutta la partita quello che ho visto per quasi tre quarti a Vasto. La convinzione, la sfacciataggine, lo stare in campo con ancora maggiore fiducia rispetto alla scorsa settimana. La presa di coscienza di quello che possiamo fare giocando in casa ci può aiutare”. L’allenatore dei biancorossi spende poi parole al miele per i marchigiani. “Bramante è una squadra di tutto rispetto. Ha un bel mix sia dal punto di vista della tipologia dei giocatori che del modo di giocare. Sa controllare il gioco e non ha problemi a fare il corri e tira. Sa giocare a uomo e a zona. Ci troveremo di fronte una squadra preparata, ben allenata e con elementi di livello. Penso a Miaccarini, Giampaoli, Centis. Da due partite si è aggiunto anche il lungo Pipitone che è un giocatore fuori categoria. In questo campionato sposterà gli equilibri”. Non è ancora in grado di spostarli Buca che domani proverà a contenere proprio Pipitone. Secondo Monacelli, il giovane lungo è stato, è, e potrà essere un fattore per le fortune del Grifo nonostante sia “solo” un classe 2002: “Dorian si sta rendendo sempre più utile alla causa della squadra. Quando rifiata necessariamente paghiamo qualcosina. In ogni caso ed al di là dei singoli, la squadra si è allenata bene e con attenzione. C’è il giusto entusiasmo. Continuiamo a lavorare per crescere e divertirsi”.