Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato 15 Dicembre 2018 - Serie C - Non ci sono ancora commenti

Provare a vincere per invertire la rotta negativa. Provare a farlo anche e soprattutto per Tommaso Righetti. Il lungo del Grifo, infatti, si è rotto il crociato. Un’assenza lunga ma temporanea, certo, ma ugualmente pesante. Un vuoto tecnico e morale difficilmente colmabile all’interno di un gruppo che però non vuole saperne di arrendersi. Anzi. Ecco perché, alla vigilia della sfida salvezza di Osimo contro la Robur, coach Boccioli rifugge da qualsiasi tipo di potenziale alibi. Dalle parti del Foccià non è così che funziona. “In settimana ho parlato con la squadra. Piangersi addosso non serve a nulla, lo dico con profonda convinzione - precisa -. Ci siamo allenati con positività ed è questo che va fatto in determinati momenti. L’obiettivo salvezza è ancora possibile, in classifica siamo lì, possiamo ancora dire la nostra”. Boccioli poi aggiunge: “Domani pomeriggio ci aspetta una partita difficile in un ambiente caldo. La Robur è una squadra ben attrezzata. Soprattutto contro avversari più quotati ha subito delle sconfitte che sono diventate tali solo nel finale di gara. Andremo lì per battagliare. Come sempre”. E per provare, chissà, a centrare una vittoria con dedica.