Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Sabato 23 Novembre 2019 - Serie C - Non ci sono ancora commenti

Una trasferta delicata. Un match difficile. L’occasione giusta, però, per confermare quanto di buono ha fatto vedere ultimamente il Grifo. E’ questo l’approccio con il quale Marsili e soci si preparano alla sfida di domani, consci del livello di difficoltà della gara, certo, ma vogliosi di dimostrare a se stessi e non solo che al Pala Foccià si sta lavorando nella maniera giusta. Alla vigilia della sfida in Abruzzo (palla a due alle 18 e 30), Monacelli professa ottimismo. Un ottimismo che si basa su solide basi. “Dopo Falconara ci sono state due settimane di lavoro molto buone, culminate con un prova ottima contro Lanciano. Peccato per quanto abbia sentenziato il risultato ma in tutti c’era la convinzione di aver fatto bene. C’è la certezza di essere sulla strada giusta”. Bene così. Il miglior modo per farsi trovare pronti contro un avversario che il coach biancorosso giudica essere “più o meno sullo stesso livello di Lanciano ed oltretutto si è rinforzato, Il nostro obiettivo in questo momento è dare continuità alle prestazioni, far prendere coscienza a tutti che stiamo crescendo e facendo vedere delle belle cose. Il feedback da parte della squadra, lo ripeto, è positivo. Hanelli è ancora alle prese con un problema alla caviglia che l’ha tenuto fuori contro Lanciano. Che partita sarà? Cercheremo, per quanto possibile, di limitare i loro giocatori più importanti, hanno due stranieri molto forti (Samija e Berlic) che sono dei realizzatori pericolosi, al pari del lungo Pelliccione.

Inoltre, cercheremo di dare un ritmo alla partita più congeniale alle nostre caratteristiche”. Un buon punto di partenza per confermare la crescita mostrata nel recente passato.