Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Lunedì 1 Aprile 2019 - Serie C - Non ci sono ancora commenti

Quaranta minuti per sperare. Una partita, l’ultima di regular season, decisiva per evitare la retrocessione diretta in Serie C Silver. Dopo la sconfitta di ieri contro Osimo, il Grifo deve vincere  domenica prossima (ore 18) ad Isernia ed in ottica playout affidarsi alla classifica avulsa con Falconara terzo incomodo. Per quanto la situazione sia seria, dalle parti del Foccià non c’è nessuna voglia di mollare. Al contrario, si proverà a reagire dopo il k.o. maturato contro Osimo. Una sconfitta in doppia cifra, 59-69 il finale, e maturata al netto di un buon approccio di Marsili e compagni che chiudono il primo quarto avanti di 5 (20-15), per poi archiviare i primi 20 minuti di gioco sotto di sole due lunghezze (33-35). Decisivo, per le sorti della gara, si rivela il terzo periodo nel quale Perugia non trova mai il canestro: due punti segnati in tutto il quarto gridano vendetta. Da lì in poi, i biancorossi - che hanno in Faina il miglior marcatore a quota 18 punti- reagiscono, provano a rimontare ma Osimo, con cinismo e lucidità, porta a casa la partita.

Ora, non resta da fare altro che espugnare Isernia. Citando Kobe Bryant in un famoso spot degli  anni ’90: “Se non credi in te stesso, chi ci crederà?”.

 

Perugia Basket - Robur Osimo 59-69 (20-15, 13-20, 2-17, 24-17)

Arbitri: Di Santo e Forconi.

Perugia Basket: Ciofetta 12, Frolov 12, Donati 2, Righetti, Marsili 8, Faina 18, Fiorucci ne, Gagliardoni ne, Nana 2, Cornicchia ne, Antonielli 3, Domenis 2. All. Boccioli, ass. Vispa e Piselli.

Osimo: Conti 14, Monier 6, Pozzetti 12, Ditrapano 10, Cardellini 8, Domesi 11, Catalani 3, Rasicci ne, Paladino ne, Carletti 5, Pierucci ne. All. Galli