Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Difficile doveva essere e difficile è stata. C’è voluto un supplementare per i giovani dell’Under 16 Eccellenza per portare a casa una importantissima vittoria dal difficile campo della Pallacanestro Senigallia.

La gara iniziava nel migliore dei modi per la banda del duo Vispa-Lupattelli, l’intensità sui due lati del campo dava subito i suoi frutti. Lucarini, Cenerini e Minieri si facevano trovare pronti all’appuntamento col canestro guidati in regia da un Rossi sempre preciso. Per Senigallia era Marini a tenere il timone, ma dalla panchina perugina Paoletti e capitan Taborgna alimentavano il vantaggio portando gli ospiti sul +13 alla prima sirena (13-26).

La seconda frazione vedeva la prima reazione dei marchigiani. Pegoli e Canullo aumentavano i giri in attacco cercando di ricucire lo strappo. Caneponi e Burini si facevano trovare pronti sugli scarichi e a rimbalzo, mentre Crocchioni e Minieri colpivano, il primo in contropiede, il secondo dal perimetro. La prima metà si chiudeva sul +15 frutto di una buonissima prova di squadra su entrambe le metà campo.

Partita in ghiaccio?! Nemmeno per idea!! Senigallia tornava in campo più combattiva che mai e la zona molto aggressiva ordinata da coach Galli pagava immediatamente. L’attacco perugino rallentava mentre Marini, Canullo e Pegoli colpivano il canestro biancorosso con una serie di triple che rimettevano i marchigiani in partita. Il parziale di 21-10 del terzo quarto riapriva di fatto i giochi e gli umbri entravano negli ultimi 10’ con soli 4 punti di vantaggio.

 

Con Lucarini gravato dai falli e la stanchezza che cominciava a farsi sentire i Grifoni erano bravi a non perdere la bussola. Minieri, Paoletti e Crocchioni mantenevano ‘dritta la barca’ costantemente colpita da Pegoli e Marini. Si entrava così nell’ultimo minuto di gioco sul 73-69 per gli ospiti, ma due tiri liberi di Pegoli prima e la tripla di Sabbatini a 30” dalla sirena poi, sancivano il primo vantaggio Senigallia (74-73). Sul capovolgimento di fronte era un canestro funambolico in penetrazione di Minieri a dare respiro ai Grifoni, ma nell’azione successiva un fallo a rimbalzo fischiato a Rossi dava ai marchigiani la possibilità di chiudere la partita con 7 decimi sul cronometro. L’1 su 2 dalla lunetta di Canullo pareggiava i conti, ma lasciava ai perugini la speranza per l’ultimo tiro. Al rientro dal time-out, la rimessa permetteva a Minieri di tirare libero da oltre 8 metri ma il pallone danzava sul ferro e usciva. Altri 5’ di sofferenza.

Nel supplementare erano Versiglioni ed il solito Minieri a chiudere i conti e a portare a casa una gara sofferta contro un’ottima Senigallia.

Partita dai due volti, una prima parte convincente con una difesa granitica “guidata” da un ottimo Cenerini e finalmente un attacco dinamico e corale. Una seconda parte di sofferenza, nella quale si sono visti grandi progressi dal punto di vista della tenuta mentale per i giovani grifoni. Da sottolineare la prova di Minieri autore di 36 punti frutto di una forte collaborazione tra tutti i giocatori che hanno trovato nel giovane play perugino un efficace terminale offensivo. Ripartire dalla prima parte e migliorare la seconda gli obiettivi per continuare a crescere e a migliorarsi.

Prossimo appuntamento domenica 18 Marzo tra le mura amiche del PalaFoccià contro l’agguerrita Orvieto. Palla a due alle ore 11.30.

PALLACANESTRO SENIGALLIA - PERUGIA BASKET 79 – 81 dts  (13-26; 22-24; 21-10; 19-15; 4-6)

Arbitri: Mario Foti, Federico Amoroso.

PALL. SENIGALLIA: Pigliapoco, Giuliani 10, Terenzi 6, Abbondazieri, Profeti n.e., Marini 20, Pegoli 18, Sabbatini 5, Canullo 18, Olivi 2. All. Galli, Ass. Paparella.

PERUGIA BASKET: Passeri, Paoletti 6, Burini 4, Minieri 36, Cenerini 7, Crocchioni 6, Taborgna 4, Rossi 4, Versiglioni 4, Lucarini 8, Caneponi 2. All. Vispa, Ass. Lupattelli, Rakauskaite.

WORK HARD PLAY HARD

Stay Tuned!!