Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Venerdì 17 Gennaio 2020 - Serie C - Non ci sono ancora commenti

Dopo la buonissima prova offerta contro Foligno, domenica (ore 18), Perugia si troverà di fronte un’altra avversaria umbra: la Valdiceppo. Un derby, un match sentito e difficile contro una squadra lanciata non tanto e non solo dalle tre vittorie consecutive. Il Grifo, però, come accade dall’inizio della stagione, deve preoccuparsi anzitutto di se stesso più di chi ha di fronte. Il modo migliore per lavorare al massimo durante gli allenamenti. Per andare in campo settimana dopo settimana con la giusta consapevolezza nei propri mezzi. Per rendere la vita difficile a formazioni sulla carta più quotate. Un aspetto, quest’ultimo, che si realizza ormai da tanto tempo. Un chiaro segnale di quanto i biancorossi stiano crescendo e che dopodomani avranno un’ulteriore motivazione per fare bene. Coach Monacelli presenta così la partita dalla quale si aspetta l’ennesimo segnale positivo dai suoi: “La gara contro Foligno mi ha soddisfatto. I ragazzi hanno fatto quello che dovevano, speriamo ci sia continuità domenica. È un derby sentito e che giocheremo fuori casa. Inutile dire quanto questo sentimento possa far pendere la partita da una parte o dall’altra. Ci conosciamo molto bene, sappiamo quello che possono fare loro e viceversa. Sarà una partita che finirà solo al quarantesimo. Mi aspetto un match tirato, combattuto e che ci possa dare chances di vittoria. I conti li faremo alla fine. Abbiamo le possibilità di giocarcela con caratteristiche a livello di singoli giocatori diversi da quelle che metterà in campo la Valdiceppo. Loro hanno giocatori esperti come Casuscelli e Meschini che sono l’anima della squadra, dovremo essere bravi a limitarli. Vedremo come giocherà Milekic che gioca da 5 ma, per capacità tecniche, è un esterno. Inoltre, dovremo essere bravi a limitare l’entusiasmo degli altri giocatori. Noi cercheremo di difendere e provare a correre per quanto possibile. Valuteremo fino alla fine se scenderà in campo Marsili”. Chi non sarà della “partita”, invece, sarà il presidente al quale i grifoni vogliono regalare una domenica da ricordare: “Proveremo a fare un regalo a Paolo Chiacchella dato che domenica dovremo fare a meno anche di lui. Gli facciamo gli auguri per una pronta guarigione”.