Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Domenica 11 Marzo 2018 - Serie C - Non ci sono ancora commenti

Cinquanta sfumature di… vittorie. Una volta di più, il Grifo dimostra di saper vincere in tutti i modi ed in differenti contesti. Lo fa da favorita, da underdog (soprattutto ad inizio stagione), in casa o in trasferta. Il segnale chiaro, tangibile, dell’ormai piena maturità raggiunta dal gruppo allenato dal duo Piselli- Boccioli.

La dimostrazione ulteriore la si è avuta nel match odierno contro Orvieto. Un avversario competitivo, scomodo, di livello. E’ stata una battaglia lunga 40 minuti al PalaFoccià. Una gara che alla fine ha visto uscire con il referto buono Perugia che ottiene così un successo pesante, pesantissimo, in chiave primo posto.

Fin dal primo quarto è l’equilibrio a caratterizzare la sfida. La Liomatic parte con un mini break di 4-0 che viene prontamente annullato da Orvieto con 8 punti in fila. Né i padroni di casa, né gli ospiti riescono a scappare. Nel secondo quarto, però, gli attacchi cominciano a prendere il sopravvento sulle difese. Brillano Marcante e Alunderis, stessa sorte che tocca a Righetti e Provvidenza che rispondono colpo su colpo. Spinta dal duo di cui sopra, la Liomatic mette la testa avanti, ma come già successo nel quarto d’apertura, Orvieto sorpassa con Marcante che dai 9 metri fissa il punteggio sul provvisorio 35-36. 

Al rientro dagli spogliatoi la partita si fa ancora più vibrante ed intensa. Una battaglia, appunto. Perugia prova la fuga giusta allungando sul +7 ma ancora una volta, i rupestri si fanno vedere sulla sirena con una tripla non dichiarata di Pigozzi che riavvicina una Vetrya mai doma.

Si entra così nel quarto periodo con il giallo ancora lontano dalla soluzione. Data l’intensità e la ferocia agonistica con le quali le due squadre provano a superarsi, è lecito pagare dazio a qualche errore di troppo. Al crepuscolo di una gara in cui Marsili si dimostra utilissimo come sempre anche a dispetto di percentuali non entusiasmanti e che vede l’atteso, attesissimo rientro in campo di Domenis dopo il lungo infortunio, però, tutto è ancora aperto. Marcante si fa vedere nella propria metà campo con una stoppata d’autore mentre in attacco comincia a spegnersi al cospetto di un Nana che si esalta nel momento più caldo stoppando, tra le altre cose, proprio Marcante. Nel finale entra in scena anche un Faina… affamato di vittoria tanto da fare la differenza non soltanto in difesa ma anche e sopratutto in attacco con tre bombe che cambiano l’inerzia di una gara che Perugia fa sua dopo 40 minuti di sofferenza ma che potrebbero valere molto in vista del prossimo futuro. 

 

 

Liomatic Perugia Basket - Vetrya Orvieto 71-66 (14-15 21-21 19-14 17-16)

Arbitri Silvestro e Bianchini.

Liomatic Perugia Basket: Faina 15, Provvidenza A.,12, Gagliardoni, Nana, Provvidenza G., 14, Righetti 8, Marsili 20, Palazzoni, Domenis, Ragni, Spagnolli, Gomez 2. All Piselli, ass. Boccioli.

Vetrya Orvieto: Bonifazi 2, Radicchi, Giorgini 2, Frosinini 15, Abet 5, Pigozzi 3, Alunderis 11, Dubini, Casanova 3, Marcante 25, Knezevic. All. Brandoni, ass Staccini.