Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Storia

il Perugia Basket

Nasce in una serata di giugno del 2005 l´idea PERUGIA BASKET, formata dalla volontà reciproca delle persone che fino al quel giorno avevano retto le sorti della pallacanestro a Perugia da fronti diversi, di far tornare questa città nel basket che più conta. Artefici di questo cambiamento di rotta e di prospettiva, e a cui va dato il merito di essere riusciti a scavalcare vecchie contese e sportivissime rivalità, i dirigenti delle due società hanno riconosciuto in questa comunione di intenti, la possibilità di creare le basi per una crescita sia nei risultati sportivi che sociali, mettendo in essere e in comune tutte le esperienze e le risorse umane necessarie, un particolare contenitore sportivo e sociale che tende a finalizzare obiettivi di vita personali e risultati sportivi in comune, alla crescita umana e sportiva dei nostri ragazzi.



il Perugia Basket “ 001486 ” 

cos´è 001486, non è un numero magico, è il semplice numero di affiliazione alla Federazione Italiana Pallacanestro, ma è anche un numero che cela in sé 42 anni di storia fatta di impegno e passione e che dal 2005 assume a pieno titolo il nome della città

stagione 2005/2006 con 27 vittorie su 30 partite e dopo una fantastica serie di finale la SUPERMATIC PERUGIA vince il suo campionato e conquista a suon di record la promozione in serie B, in un PalaPellini stracolmo di pubblico e di entusiasmo; 

stagione 2006/2007 la società paga il suo essere neofita nell´approcciarsi ad un campionato che per molti aspetti si sviluppa su modelli professionistici; retrocede ma con la consapevolezza di aver imparato la lezione;

stagione 2007/2008 si riparte dal campionato di serie C con la solidità e con l´esperienza maturata, squadra giovane ma esperta, fatta per 80% da ragazzi provenienti dal suo settore giovanile, aspetto questo molto positivo del progetto Perugia Basket. Mette in fila le altre 15 squadre aspiranti alla promozione con risultati e vittorie meno roboanti ma concretamente decisivi a riconquistare immediatamente la nuova promozione in B;

stagione 2008/2009, di nuovo serie B, nuovo allenatore, nuovi inserimenti di giocatori, e soprattutto nuovo marchio sulle maglie biancorosse, LIOMATIC, che porta alla squadra la forza e la positività dell´azienda. Un campionato spettacolare per una neo promossa; perde solo quattro partite sulle trenta disputate e raggiunge, oltre la finale di Coppa Italia, una splendida promozione in A dilettanti, nei Play- Off promozione, oltre 3000 persone entusiaste ritrovano nel Perugia Basket quella grande passione per il basket perugino da troppo tempo sopita; 

stagione 2009/2010, Serie A dilettanti, l´anticamera del professionismo, Perugia si approccia a questo nuovo campionato con la consapevolezza della neopromossa e delle difficoltà di doversi confrontare con Società e ambienti da sempre avvezzi a questo campionato. Si mantiene lo stesso staff tecnico e i giocatori chiave della precedente stagione; si innestano alcuni elementi di categoria, e ancora una volta, grazie all´apporto di tutte le componenti societarie, si costruisce un gruppo, una squadra che stupisce tutto l´ambiente della pallacanestro nazionale. La stagione è giocata ben al di sopra e aldilà dei pronostici, si conquista il quarto posto nella classifica finale, uscendo alle semifinali dei play off, battuti, solo dopo aspre battaglie, dalla squadra che si aggiudicherà il titolo di campione d´Italia dilettanti;

stagione 2010/2011, Serie A dilettanti, un nuovo allenatore che, con l´ossatura della squadra rimasta praticamente inalterata, conquista nuovamente i Play-Off promozione dopo una regular season condotta sempre nelle prime posizioni. Una serie finale con alti e bassi e risultati decisi solo da episodi che negano alla società il successo;

stagione 2011/2012, ancora in Serie A dilettanti, che con le nuove regole federali cambia formula di gioco e nome in DNA - Divisione Nazionale A. Una formula complicata che il Perugia Basket mal digerisce e che, pur raggiungendo una salvezza tranquilla, lascia con l´amaro in bocca. Proprio a seguito di questa esperienza la società comincia a riflettere sul modello di sviluppo da dare alla squadra e alla stessa compagine societaria;

stagione 2012/2013, Divisione Nazionale A, cambiano ancora regole e formule, le riflessioni estive “del passo secondo la gamba” e la generale situazione economica portano il Perugia Basket a rivolgere il proprio sguardo al suo interno valorizzando il grande lavoro di crescita umana e sportiva nato con il Perugia Basket, disegnando una squadra costituita praticamente da soli elementi provenienti dai vivai Umbri, e con uno zoccolo duro fatto da atleti esperti, che decidono di continuare ad indossare questa maglia condividendo lo spirito e la filosofia della società.
Alla fine della stagione il campo non ripagherà gli sforzi e la scommesse fatte e probabilmente anche errate valutazioni strategiche, alla fine i risultati decretano la nostra retrocessione. 

stagione 2013/2014, La consapevolezza del particolare momento economico che vive il paese e il territorio, la difficoltà a reperire risorse, non solo economiche, hanno portato il consiglio della società a scelte radicali, anche e soprattutto, per tutelare e valorizzare il futuro del nostro vivaio. 
Si riparte dalla serie C2 Umbria/Marche, si riparte dalle nostre radici sia fisiche (si giocherà al Pala Foccià di Ferro di Cavallo) sia sportive con un nucleo di giocatori già provenienti dalle nostre file e soprattutto schierando sia nella C2 e che nel campionato nazionale under 19 tutti i migliori giovani del settore. Una sfida che società e atleti stanno raccogliendo senza timori reverenziali e senza paura di ripartire da capo, certi che il realismo e la certezza dei propri mezzi possano farci riscrivere il nostro futuro con nuove idee, progetti, e rinnovato e speriamo contagioso, entusiasmo.